Da FILODIRETTO ed. Febbraio 2022 – Periodico di informazione del Comune di Dolo

Durante questi due anni di pandemia la necessità più impellente per I’ufficio Servizi Sociali è stata I’individuazione di abitazioni in tempi rapidi per i cittadini che hanno subito uno sfratto o che, per qualche problematica della vita, si sono ritrovati dall’oggi al domani senza un tetto sopra la testa.

Non bastano più le case popolari Ater, le cui tempistiche di assegnazione prevedono tempi troppo lunghi rispetto all’emergenza di questi casi, né gli alloggi di emergenza, in questo momento tutti assegnati, presenti nel nostro comune’

Davanti all’impossibilità di trovare una soluzione immediata ai numerosi cittadini che si sono rivolti ai nostri uffici, abbiamo dovuto obbligatoriamente creare nuovi percorsi.

“Agenzia Sociale” nasce dal confronto tra i Servizi sociali dolesi, Fondazione La Casa e la Cooperativa Città Solare’. Si è appena conclusa la prima fase di studio volta ad analizzare le previsioni demografiche, il reddito e la capacità di spesa delle famiglie, il mercato immobiliare e delle locazioni e i contributi comunali e sovracomunali così da avere una panoramica a 360″ della situazione attuale e futura del nostro territorio’

Con I’inizio dell’anno partirà la prima esperienza di Co-Housing all’interno dei comune di Dolo, la quale ospiterà 4 nuclei monoparentali. Le famiglie verranno accompagnate lungo tutto il percorso di inserimento con gli altri coinquilini e nella ricerca di un’occupazione’

Successivamente verrà stipulato un accordo tra Comune e proprietari di case, nel quale il comune assumerà il ruolo di garante nella stipulazione di contratti d’affitto ad un prezzo calmierato’

Dallo studio emerge come il 34o/o della popolazione over 65 sia sola e nei prossimi 10 anni questo dato è destinato ad aumentare. L’abbassamento del tasso di natalità e l’incremento della popolazione anziana porteranno ad un accrescimento dei nuclei familiari composti da 1 o 2 Persone, comportando una sempre maggiore necessità di servizi specifici. Nonostante questa problematica non riguardi solo il nostro territorio e necessiti di un intervento sovracomunale, il Comune di Dolo ha ritenuto di non potersi girare dall’altra parte con un grande sforzo economico e di impegno da parte di tutti gli uffici, stiamo dando risposte là dove Regione e Città Metropolitana sembrano sorde davanti alle richieste dei più fragili. ll compito di noi amministratori è quello di non lasciare indietro nessuno.