Project Description

La Povertà energetica è un fenomeno in crescita anche nei paesi sviluppati e sta dando vita a una nuova emergenza: gli alti consumi energetici costringono le famiglie più disagiate a concentrare il budget familiare al pagamento delle utenze, per garantire i servizi necessari alla famiglia.

Fondazione La Casa Onlus, per la gestione del suo patrimonio immobiliare, ritiene di fondamentale importanza il servizio di accompagnamento all’abitare rivolto alle fasce più fragili, che ha portato spesso la Fondazione a doversi confrontare con situazioni di fragilità e difficoltà finanziaria di nuclei sempre meno sostenuti economicamente dai servizi invianti.

Alle difficoltà economiche, spesso si aggiunge il fatto che le spese relative all’alloggio non si limitano al pagamento del canone; i nuclei già in difficoltà, sono molto spesso inadempienti ai pagamenti delle utenze. Al normale aumento dei costi delle materie prime si aggiunge la componente, non meno discriminante, che il patrimonio di Fondazione La Casa Onlus è costituito per buona parte da immobili di vecchia costruzione, ristrutturati e riconvertiti ad abitazioni e che le disponibilità economiche di Fondazione non hanno permesso l’utilizzo di tecnologie ad alta prestazione energetica.

Fondazione La Casa Onlus si trova nella posizione di dover adempiere economicamente alle spese delle utenze di taluni nuclei, non potendo poi recuperare la spesa in nessun modo.

La fondazione ha attivato una costante ricerca di finanziamenti pubblico-privati per il miglioramento delle prestazioni energetiche del suo patrimonio immobiliare, mettendo in campo, ove possibile, una vera e propria riqualificazione energetica. Sono ad oggi in atto, e continuano ad essere programmati, interventi di miglioria per la riduzione del fabbisogno energetico relativo principalmente al riscaldamento (ove possibile sono infatti installati cappotti ed infissi ad alta prestazione energetica e le caldaie di vecchia generazione vengono sostituite con sistemi di riscaldamento a pompa di calore).

Il progetto TAGLIABOLLETTE prevede interventi di riqualificazione energetica, avvalendosi del supporto di professionisti abilitati.

A supporto delle azioni di riqualificazione, il gestore sociale locale sarà incaricato di accompagnare gli utenti alla comprensione delle nuove tecnologie installate ed al loro corretto utilizzo.

 

Il progetto è stato realizzato con il contributo della Fondazione Vismara.

Logo Vismara colore

L’intervento prevede il raggiungimento di 3 obiettivi principali:

AUMENTO POTERE D’ACQUISTO E AUTONOMIA DELLE FAMIGLIE: verranno individuati e quindi analizzati gli appartamenti che hanno una maggiore dispersione energetica, successivamente verranno decisi i lavori di intervento come ad es. l’acquisto di nuove caldaie, di serramenti isolanti o di materiale per la coibentazione.

MAGGIOR COMFORT ABITATIVO: verranno avviati dei progetti di accompagnamento, nello specifico sono stati previsti 8 incontri di formazione tenuti da tecnici esperti del risparmio energetico e della lotta alla povertà energetica e dei monitoraggi trimestrali della durata di un anno dalla chiusura dei lavori di riqualificazione.

VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE SOCIALE: verranno individuate le capacità di adesione e di interazione del progetto da parte dei partecipanti, in modo da poter implementare le risorse morali, e le condivisioni con la rete locale al fine di poter sviluppare un senso collettivo del prendersi cura del proprio abitare.

L’elenco degli immobili oggetto di riqualificazione:

  • 7 alloggi a Limena PD)
  • 5 alloggi a Galliera Veneta (PD)
  • 2 alloggi a Noventa Padovana (PD)
  • 2 alloggi a Vigonza (PD)
  • 4 alloggi a Castelfranco Veneto (TV)
  • 8 alloggi a Costa di Rovigo (RO)
  • 25 alloggi a Dolo (VE)