Perché fare il Servizio Civile Universale in Fondazione La Casa onlus

09 Gennaio 2024

Perché fare il Servizio Civile Universale in Fondazione La Casa onlus

Ce lo dice Giorgia Tiozzo, volontaria 2023.

 

È un percorso che accresce la tua autonomia e indipendenza e ti fa entrare nell'ottica del mondo del lavoro.
Le 25 ore settimanali del contratto non sono eccessive, non è un lavoro a tempo pieno che ti occupa tutta la giornata (40 ore settimanali), te ne occupa 5 (mattina o pomeriggio) lasciandoti tempo da dedicare a te, ai tuoi hobby ed a i tuoi amici. Il weekend è libero, salvo rare attività, programmate per tempo, che comunque rientrano nelle 25 ore settimanali. 
E' un’esperienza che ti dà la possibilità di entrare in contatto con tante realtà diverse e perché no, magari ne scopri una che ti piace e trovi la tua strada nella vita.


Perché farlo in Fondazione la Casa onlus?
Per rispondere dobbiamo prima capire che cos’è: in breve Fondazione La Casa onlus è una fondazione di partecipazione senza scopo di lucro che si occupa di contrastare il disagio abitativo delle famiglie italiane e straniere residenti nel territorio, favorendone l’accesso ad un alloggio dignitoso. 
È una fondazione di partecipazione, poiché nasce dalla collaborazione di enti di natura pubblica e privata che condividono lo stesso obiettivo, realizzare progetti e iniziative volti al benessere della collettività. Infatti realizza iniziative destinate a sovvenire alle situazioni di disagio personale, familiare e sociale che hanno origine dalla mancanza di un alloggio dignitoso, per favorire così l’inserimento lavorativo nel tessuto economico-produttivo e promuovere l’integrazione sociale nel territorio della Regione Veneto.


Torniamo al dunque, perché fare servizio civile qui? Di sicuro per i valori condivisi, l'interessamento per il sociale e ovviamente una propensione ad aiutare il prossimo (e qui puoi farlo in maniera concreta).
Inoltre, ha diversi vantaggi:
- in primis la flessibilità oraria che è la cosa che più interessava a me, oltre ad un piccolo rimborso spese mensile; I turni non sono pesanti e hai la possibilità di stare a contatto con le persone, soprattutto durante lo sportello del Maggiordomo che si tiene due giorni la settimana. Questo ti permette di affinare le tue skills sociali grazie alla diversità delle persone con cui ti rapporti.
- I compiti da svolgere sono diversi e difficilmente sono gli stessi tutto il giorno, quindi non corri il rischio di annoiarti.
Ci tengo a nominare nei vantaggi anche il clima che si respira all’interno delle mura di Fondazione, perché un così bel clima lavorativo non è scontato trovarlo. I colleghi mi hanno riservato un caloroso benvenuto, sono tutti super simpatici e soprattutto sono sempre disponibili a darti sostegno in caso di difficoltà. La loro presenza arricchisce in modo positivo il tempo impiegato nel lavoro e, parlo ovviamente per il mio vissuto, sono una delle parti più belle della mia esperienza qui.
Ma che cosa faccio??
Durante la giornata mi occupo di diverse cose in base alla necessità. Tra le mie attività rientrano la creazione di grafiche (molto semplici, niente di impegnativo o per cui bisogna essere degli esperti), per i vari progetti che proponiamo e la loro diffusione attraverso diversi canali. .
I compiti “fissi” che svolgo sono due: Il Maggiordomo e la Newsletter. Il Maggiordomo è uno sportello di supporto e si presta come punto di riferimento del quartiere. Funge da antenna per rilevare problematiche sociali/economiche/di svantaggio diverse che poi riportiamo ai servizi sociali con i quali abbiamo rapporto diretto. e che continua ad alimentare la mappatura dei bisogni della cittadinanza.
Aiuta le persone con pratiche burocratiche e offre un aiuto tecnologico, infatti mi capita spesso di aiutare gli utenti nella prenotazione di visite mediche…nonostante questo, i frequentatori vengono per lo più per scambiare due chiacchiere e stare in compagnia. Due giovedì al mese durante l’orario e nella sede del Maggiordomo, si tiene la Recupera Alimentare, frutta e verdura recuperata dal mercato mattutino di Padova che viene messa a disposizione degli abitanti in modo da agevolare i più bisognosi,
dato che è gratuito e riduce lo spreco alimentare.
La Newsletter invece è una mail che inoltro ogni mese agli iscritti, dove inserisco informazioni utili, come per esempio bonus erogati dalle diverse istituzioni locali e nazionali, o attività e proposte del progetto giovani o che si svolgono nel quartiere. Devo ammettere che è molto utile anche a me questa attività di raccolta informazioni, oltre che essere interessante.

 

Giorgia Tiozzo

 

Sarà possibile inviare la propria candidatura a questo link entro il 15 febbraio 2024.

ULTIME NEWS

Festa del Solstizio d'Estate

Salutiamo la recupera e festeggiamo l'estate!

Il progetto Dire, Fare, Inclusione al giro di boa.

In questi sei mesi, sono tante le attività che si sono realizzate nell’ambito dell’inclusione da diversi punti di vista e tante sono le attività che ci aspettano fino al 31 agosto, data di conclusione del progetto.